ALLARMI PER LA TUA CASA

I sensori che segnalano il movimento di una persona all’interno dell’area protetta realizzano la sicurezza volumetrica dei locali. Per questo motivo esistono allarmi volumetrici che utilizzano principi fisici diversi: rilevatori a microonde che utilizzano la riflessione di onde elettromagnetiche dei corpi in movimento, oppure rilevatori ad infrarosso passivo che monitorizza l’emissione di energia infrarossa caratteristica dei corpi caldi. Inoltre, possiamo avere rilevatori che sono la combinazione dei due detti a doppia tecnologia.

La nostra azienda di Modena, vicino Formigine, si occupa dell’installazione di sistemi di antifurto volumetrici.

Contattaci per ricevere maggiori informazioni in merito a prezzi e preventivi per l’inserimento di allarmi nella tua casa, aziende o uffici.

Abbiamo costi bassi ed economici e siamo attivi in tutta la zona compresa tra Formigine e Modena.

Sistemi-antifurto-volumetrici-modena-formigine
Costi-installazione-allarmi-formigine
Installazione-allarmi-modena
Prezzi-allarmi-volumetrici-modena

CARATTERISTICHE

Un compito basilare nella protezione del volume degli ambienti è svolto dai sensori volumetrici. Grazie ad essi qualsiasi movimento all’interno della stanza, viene rilevato immediatamente.

Esistono sostanzialmente due tipi di prodotti elencati in questa categoria:

  • A tecnologia infrarosso: più economici ma meno discriminanti
  • A doppia tecnologia (infrarosso/microonde): più costosi ma certamente più immuni dai falsi allarmi

Tutti i rivelatori volumetrici installati all’interno di un edificio garantiscono la protezione totale rilevando la presenza di persone in movimento nei locali protetti, anche lasciando animali domestici in casa.

Prezzi-sistemi-volumetrici-formigine
Protezione-totale
Sensore-infrarosso

MAGGIORI INFORMAZIONI

I rivelatori volumetrici si differenziano inoltre per le prestazioni:

  • Sensibilità (generalmente regolabile)
  • Distanza di rilevamento
  • Caratteristiche delle curve di rilievo (dipendono in parte dalla caratteristica della lente frontale)

Il sensore infrarosso offre il meglio delle prestazioni quando il movimento avviene in direzione trasversale a quella dei raggi proiettati dal sensore ed è capace di rilevare il calore emesso da un corpo umano in movimento.

Un sistema ad immunità variabile gestito da microprocessore ne garantisce l’autonomia di funzionamento. Questo adatta i tempi di sorveglianza del dispositivo in funzione del grado di affollamento nell’ambiente protetto.